Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Monica Cadoria
  • Blog di Monica Cadoria
  • : Spazio dedicato a ricerche e articoli di storia, filosofia, scienze sociali, letteratura, matematica, musica
  • Contatti

Profilo

  • Monica Cadoria
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale

Cerca Articolo

27 ottobre 2016 4 27 /10 /ottobre /2016 08:22

Sei nato il 27 ottobre? Ecco i principali avvenimenti accaduti in Italia e nel mondo nella data del tuo compleanno.

Iniziamo a ricordare alcuni avvenimenti della storia passata, prima di arrivare all’evento memorabile nella storia italiana contemporanea. Il 27 ottobre del 1275 viene fondala la città di Amsterdam, mentre nello stesso giorno del 1682 quella di Philadelphia. Tra una fondazione e l’altra, il 27 ottobre del 1492 Cristoforo Colombo arriva a Cuba.

Facciamo un salto a inizio XX secolo per trovare l’inaugurazione della prima linea metropolitana newyorkese, il 27 ottobre del 1904.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/b/bd/Enrico_Mattei2.jpgE ora passiamo alla storia italiana per ricordare il caso Mattei, perché il 27 ottobre del 1962 è la data in cui l’aereo su cui volava l’imprenditore italiano Enrico Mattei (nella foto) precipita nelle campagne della provincia di Pavia. Enrico Mattei (imprenditore, politico e dirigente pubblico italiano) era stato incaricato, nell’immediato dopoguerra, di smantellare l’Agip, compagnia petrolifera fondata nel 1926 dal regime fascista. Ma anziché seguire le istruzioni, Mattei ristrutturò l’azienda e fondò nel 1953 l’Eni (l’Ente nazionale idrocarburi), di cui l’Agip divenne la colonna portante. Alla sua guida l’Enel sviluppò le perforazioni nella Pianura padana, costruì gasdotti e cominciò l’estrazione del metano, e cominciò a guardare all’energia nucleare. Quando Mattei stipulò accordi commerciali in Medio oriente e in Unione sovietica, minò alla base l’oligopolio delle sette più ricche compagnie petrolifere mondiali, denominate dallo stesso Mattei con la locuzione di “Sette sorelle”. L’Eni di Mattei, in pratica, si poneva fuori dalle logiche del cartello economico delle Sette sorelle, accusato di sfruttare a proprio esclusivo vantaggio le risorse del Terzo mondo. Questo cartello era composto, ai tempi di Mattei, dalla statunitense Standard Oil of New Jersey (la futura Esso, poi Exxon); dall’anglo-olandese Royal Dutch Shell; dalla britannica Anglo-Persian Oil Company (la futura BP); dall’americana Standard Oil of New York (poi trasformata in Mobil e successivamente fusa con la Exxon); dall’americana Texaco; all’americana Standard Oil of California (poi trasformata in Chevron e successivamente fusa con la Texaco) e dall’americana Gulf Oil. Oltre a minare gli interessi economici del cartello, Mattei introdusse un principio in netto contrasto con le logiche commerciali di queste grandi compagnie: se le compagnie petrolifere sfruttavano giacimenti di altri paesi, avrebbero dovuto riconoscere a questi stati almeno il 75% dei profitti derivanti dalle estrazioni di quei giacimenti. A complicare la posizione di Mattei fu la sua interferenza nella politica italiana (governo ombra).  Di certo l’Eni utilizzò dei fondi neri per finanziamenti illeciti ai partiti, anche al Movimento sociale italiano. Occultando i guadagni provenienti dal settore metano, Mattei era riuscito a creare una quantità enorme di fondi neri, con cui, nella consapevolezza di fare il bene del paese, “comprava” servizi, come l’approvazione del Parlamento alla legge in base alla quale l’Eni sarebbe diventato di fatto un organismo autorizzato a disporre concessioni in Italia e con carta bianca in tema di concessioni all’estero. Una legge decisamente fatta a misura per l’Eni e ad personam per Mattei.  Il 27 ottobre del 1962, mentre era in viaggio di ritorno da Catania a Milano, il suo aereo precipitò nelle campagne di Bascapè, un paese in provincia di Pavia. Tutti gli occupanti morirono: insieme a Mattei c’era il pilota e un giornalista inglese. Le indagini rivelarono la presenza di una carica esplosiva che si sarebbe dovuta attivare nella fase di atterraggio, forse in concomitanza con l’accensione delle luci o all’apertura dei flap. Sui mandanti e sugli esecutori non si fece mai luce.

Rimaniamo in Italia, dove, nella notte fra il 26 e il 27 ottobre del 1991, prende fuoco a Bari il teatro Petruzzelli.

 

Alcune celebrità nate il 27 ottobre                       

1782: Niccolò Paganini, violinista, compositore e chitarrista italiano; 1842: Giovanni Giolitti, politico italiano; 1858: Theodore Roosevelt, politico statunitense e 26° presidente degli Stati Uniti; 1967: Federica Panicucci, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana.

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Eventi storici
scrivi un commento

commenti

mara 10/27/2012 21:36

Tanti auguri alla Panicucci

Laura 10/27/2012 16:10

Che in Italia non si faccia luce su nulla non è una novità...

Video

Wind