Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Monica Cadoria
  • Blog di Monica Cadoria
  • : Spazio dedicato a ricerche e articoli di storia, filosofia, scienze sociali, letteratura, matematica, musica
  • Contatti

Profilo

  • Monica Cadoria
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale

Cerca Articolo

9 ottobre 2016 7 09 /10 /ottobre /2016 08:19

Sei nato il 9 ottobre? Ecco i principali avvenimenti accaduti in Italia e nel mondo nella data del tuo compleanno.

Iniziamo con un evento nella storia di Francia: il 9 ottobre del 768 Carlo Magno viene proclamato re dei Franchi.

Una data importante anche nella storia degli Usa. Il 9 ottobre del 1701 la “Collegiate School of Connecticut” ottiene uno statuto: diventerà in seguito l’Università di Yale. Il 9 ottobre del 1776 Padre Francisco Palou fonda la “Mission San Francisco de Asis”, in quella che oggi è la città di San Francisco. Mentre il 9 ottobre del 1877 viene seppellito con tutti gli onori militari il Generale Custer, caduto con i suoi soldati nella battaglia di Little Bighorn più di un anno prima. E, sempre negli Usa, il 9 ottobre del 1888 viene aperto al pubblico il Monumento a Washington.

Dagli Usa al Regno Unito, dove il 9 ottobre del 1940, durante un raid aereo della Luftwaffe, viene bombardata Londra e colpita la cattedrale di St. Paul. Nello stesso giorno viene bombardata anche Liverpool e durante il raid sulla città nasce John Lennon.

Ci spostiamo in Italia per ricordare la strage del Vajont. Il 9 ottobre del 1963 una frana nella diga del Vajont produce una gigantesca onda d’acqua che oltrepassa la diga e inonda la valle: 1917 le persone che perdono la vita.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/58/CheHigh.jpg/443px-CheHigh.jpgIl 9 ottobre del 1967, il giorno dopo essere stato catturato, Ernesto Guevara, detto “Che” viene giustiziato a La Higuera dai militari boliviani, per aver fomentato la rivoluzione in Bolivia. Dopo il successo della rivoluzione cubana, nel 1965 il Che lasciò Cuba per portare la rivoluzione in altri paesi. Fu dapprima nel Congo belga, poi in Bolivia. L’8 ottobre fu catturato dal reparto anti-guerriglia dell’esercito boliviano, appoggiato da agenti speciali statunitensi della Cia, a cui si arrese dopo essere stato ferito alle gambe. L’inseguimento di Guevara in Bolivia fu capeggiato da Félix Rodríguez, un agente della Cia infiltrato a Cuba per prendere contatti con i ribelli anti-castristi, che in Bolivia prese il nome di Félix Ramos. Appena saputo della cattura, il capo dell’esecutivo boliviano René Barrientos ordinò l’esecuzione e diffuse la notizia che il Che era morto durante un combattimento. Rinchiuse quindi il prigioniero nella scuola del paese e comunicò la notizia della cattura al capo della Cia, Richard Helms, alla sede centrale di Langley, in Virginia. Il soldato che sparò al rivoluzionario argentino fu estratto a sorte tra alcuni volontari dell’esercito: toccò al sergente Mario Terán. Le versioni dell’esecuzione sono molteplici, la più accreditata racconta di molteplici spari alle gambe, che servirono a non deturpare il volto al fine del riconoscimento e simulare la morte durante il combattimento e occultare così l’esecuzione sommaria del prigioniero. Il colpo di grazia al cuore fu sparato dall’agente della Cia, Félix Rodríguez. Il suo cadavere fu quindi legato ai pattini di un elicottero e trasportato a Vallegrande, adagiato su un piano di lavaggio dell’ospedale e mostrato alla stampa. Dopo che un medico militare amputò i polsi di Guevara, l’esercito boliviano fece sparire il corpo. Nel 1997 il governo boliviano di Sanchez de Lozada autorizzò una missione di antropologi forensi argentini e cubani alla ricerca del cadavere, che venne ritrovato e trasferito al Mausoleo di Santa Clara, a Cuba, nello stesso posto dove quasi quarant’anni prima il Che aveva vinto la battaglia decisiva per il successo della rivoluzione castrista. Il 15 ottobre Fidel Castro riconobbe pubblicamente la morte del medico argentino e proclamò tre giorni di lutto nazionale. Il monumento che ospita i resti di Ernesto Guevara è corredato da una grande statua con la scritta: “Hasta la victoria siempre” (Fino alla vittoria, sempre). Una lapide riporta incisa la parte iniziale del testo del famosissimo ordine di servizio firmato da Fidel Castro il 21 agosto del 1958, durante la fase finale della rivoluzione cubana, con cui Castro assegna al Comandante Guevara la missione di condurre la colonna n. 8 dalla Sierra Maestra fino alle provincie di Las Villas. La figura di Che Guevara è divenuta un mito e un’icona a livello internazionale. La fotografia qui riportata è stata scattata al Che il 6 marzo del 1960 dal fotografo Alberto Korda (che la intitolò Guerrillero heroico. Korda poi la regalò all’editore Giangiacomo Feltrinelli ed è diventata una delle immagini più famose del XX secolo ed è considerata la più riprodotta in assoluto nella storia della fotografia.

           

Alcune celebrità nate il 9 ottobre

1859: Alfred Dreyfus, militare francese; 1940: John Lennon, musicista, cantautore e poeta britannico; 1948: Jackson Browne, cantautore statunitense; Emanuela Setti Carraro, infermiera italiana, moglie del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Eventi storici
scrivi un commento

commenti

monica c. 10/09/2012 21:48

una giornata veramente pesante, che riporta tre eventi simbolo di alcune tra le peggiori azioni dell'uomo. il bombardamento di londra e liverpool ci ricorda la follia della germania nazista, la
tragedia del vajont è uno dei tanti esempi dello sfruttamento insostenibile della natura e l'uccisione del Che è un triste constatare che i sogni di poter cambiare le sorti del mondo si infrangono
come sempre sugli scogli del potere e del denaro

Laura 10/09/2012 21:20

E' il periodo delle tragedia... oggi tocca al Vajont. Terribile.

Stefania 10/09/2012 19:34

Giornata pesantuccia anche se a Carlo Magno è andata sicuramente bene.

mara 10/09/2012 19:27

Tanti auguri alle celebrità! il 9 devo dire è un numero che mi piace

Video

Wind