Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Monica Cadoria
  • Blog di Monica Cadoria
  • : Spazio dedicato a ricerche e articoli di storia, filosofia, scienze sociali, letteratura, matematica, musica
  • Contatti

Profilo

  • Monica Cadoria
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale

Cerca Articolo

15 dicembre 2014 1 15 /12 /dicembre /2014 22:49

http://farm8.staticflickr.com/7059/6786084942_082634b2e2_m.jpgA volte può succedere che la ricerca di compensazione all’insuccesso intellettuale sia eccessiva e spinga il bambino a passare ore nello studio e a fare i compiti, insistendo continuamente proprio dove non riesce a fare bene. La sensazione che si avrà sarà quella di un bambino coscienzioso e che si applica con rigore, anche se limitato nei mezzi. Purtroppo anche questo tipo di reazione è destinata a far crollare l’instabile equilibrio così creato, nel momento della verifica dei risultati scolastici. (MAGGIORI INFORMAZIONI)

Condividi post

Repost 0
17 dicembre 2013 2 17 /12 /dicembre /2013 19:50

http://farm8.staticflickr.com/7059/6786084942_082634b2e2_m.jpgL’insoddisfazione e lo sconforto che sorgono di fronte ai primi insuccessi, possono portare a una reazione di compensazione. Il bambino cerca di fare bene in attività al di fuori di quella intellettuale (per esempio lo sport o il canto). Questo presuppone caratteri non astenici e molto flessibili e uno sviluppo normale delle funzioni dell’io. In molti casi osservati, questo tipo di compensazione riesce con sufficienza, riducendo lo scontento generato dall’insuccesso negli studi. (MAGGIORI INFORMAZIONI)

Condividi post

Repost 0
18 ottobre 2013 5 18 /10 /ottobre /2013 18:00

http://farm8.staticflickr.com/7059/6786084942_082634b2e2_m.jpgUna terza reazione di fronte alle difficoltà incontrate nella lettura può portare alla generalizzazione del blocco verso tutte le attività conoscitive. Un sentimento di fallimento e di insuccesso porta il bambino a uno stato di ansia e tensione continua, di delusione per le aspettative mancate dei genitori e degli insegnanti, di sconforto e scoraggiamento. Da questo stato possono nascere reazioni secondarie come aggressività e indisciplina oppure apatia e disinteresse. (MAGGIORI INFORMAZIONI

Condividi post

Repost 0
16 maggio 2013 4 16 /05 /maggio /2013 15:26

http://farm8.staticflickr.com/7059/6786084942_082634b2e2_m.jpgSe il bambino incontra difficoltà nella lettura, deve affidarsi solo al suono per imparare e fissare la parola. La memoria del suono, però, è molto più vaga della memoria visiva: la dislessia può così associarsi alla disortografia, estendendo il blocco alla lettura anche alla scrittura e al linguaggio. Questo è un secondo tipo di reazione possibile al manifestarsi delle prime difficoltà scolastiche. (MAGGIORI INFORMAZIONI)

Condividi post

Repost 0
11 marzo 2013 1 11 /03 /marzo /2013 16:21

http://farm8.staticflickr.com/7059/6786084942_082634b2e2_m.jpgSe il bambino ha un carattere determinato, una grande forza di volontà e grande desiderio di riuscire, può compensare il blocco dell’apprendimento della lettura su altri piani. Tutto questo, però, richiede molti sforzi e molta energia, e presuppone un buon livello di intelligenza. Cercherà di seguire con molta più attenzione le spiegazioni orali e, quando costretto alla lettura, cercherà una propria via di uscita. (MAGGIORI INFORMAZIONI)

Condividi post

Repost 0

Video

Wind