Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Monica Cadoria
  • Blog di Monica Cadoria
  • : Spazio dedicato a ricerche e articoli di storia, filosofia, scienze sociali, letteratura, matematica, musica
  • Contatti

Profilo

  • Monica Cadoria
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale

Cerca Articolo

12 aprile 2012 4 12 /04 /aprile /2012 18:23

http://digilander.libero.it/Bukowski/amorepsiche.jpgCon psicologia si intende generalmente la scienza che studia il comportamento umano, le sue dinamiche interiori e i suoi processi mentali. Il termine, derivato dalle parole greche psyché (spirito, anima) e logos (discorso, studio) fu usato per la prima volta in età umanistica e ebbe una più vasta diffusione nel Settecento, quando il tedesco Christian Wolff lo introdusse nei titoli delle sue opere, nel tentativo di operare una distinzione fra la psicologia empirica e la psicologia filosofica o razionale (ovvero quella che spiegava il comportamento dell’anima e quella invece che indagava sull’anima).

Quando il filosofo Immanuel Kant teorizzò che non si potesse considerare la psicologia razionale una scienza esatta poiché era impossibile applicare la matematica ai fenomeni psichici, si posero le prime basi per lo sviluppo di una psicologia costruita con criteri empirici.

La psicologia come disciplina viene generalmente fatta risalire alla seconda metà dell’Ottocento, quando la metodologia sperimentale tipica delle altre scienze fu adottata come metodo di indagine anche dalla psicologia. L’evoluzione di questa disciplina, tra l’altro molto breve, è caratterizzato da un continuo formularsi di teorie e dalla rielaborazione di quelle precedenti, cercando di utilizzare modelli tipici di altre scienze.

La psicologia come scienza, infatti, è più mirata a stabilire metodi di ricerca piuttosto che definire gli ambiti delle singole teorie. Queste hanno lo scopo di formulare enunciati che abbiamo il più alto grado di generalità. Pur attingendo dalle formulazioni di altre scienze, per esempio dalle teorie dell’evoluzione, gli studi sui tempi di reazione e sul rapporto tra stimoli e sensazioni, la psicologia ha da subito cercato la sua identità come scienza autonoma.

La psicologia divenne scienza accademica grazie al tedesco Wilhelm Wundt, che riunendo tutto il materiale riguardante la neonata disciplina, diede alla materia una base concettuale e un assetto organico: per Wundt l’oggetto della psicologia avrebbe dovuto essere l’esperienza umana immediata, in opposizione a quella mediata, oggetto delle scienze fisiche. Utilizzando poi metodologie rigorosamente sperimentali, alla psicologia fu riconosciuto il carattere di disciplina scientifica e accademica.

Nella scienza psicologica possiamo oggi riconoscere due grandi linee di indagine: quella generale, che, a partire dai processi sensoriali, studia la nascita e l’evolversi del percezione, dell’apprendimento, della memoria, del pensiero, del linguaggio e delle emozioni e la psicologia dello sviluppo, che ha elaborato le teorie sulla personalità, sullo sviluppo affettivo, cognitivo e sociale nelle varie fasi della vita.

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Psicologia
scrivi un commento

Video

Wind