Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Monica Cadoria
  • Blog di Monica Cadoria
  • : Spazio dedicato a ricerche e articoli di storia, filosofia, scienze sociali, letteratura, matematica, musica
  • Contatti

Profilo

  • Monica Cadoria
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale
  • Studi in scienze sociali (diritto, sociologia, filosofia, pedagogia, psicologia). Appassionata di letteratura classica, storia e filosofia, logica/matematica e musica. Professionista nella grafica editoriale

Cerca Articolo

28 marzo 2014 5 28 /03 /marzo /2014 22:03

Yoga, giocoleria, mostre, laboratori, percorsi interattivi e tanto altro per la VII Giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale.

Lo Yoga e l’ippoterapia di Anffas Onlus Trentino, la mostra di pittura di Anffas Onlus Mantova, l’esposizione fotografica, la lotteria e la giocoleria di Anffas Valli Pinerolesi Onlus ma anche il laboratorio di floricoltura di Anffas Onlus Lucca, l’apertura dei laboratori ergo-terapici e dello Sportello SAI? di Anffas Onlus Roma, gli incontri con le scuole locali di Anffas Onlus Leverano, la visita guidata con rappresentazione video fotografica di Anffas Onlus Corigliano, il Seminario “Il diritto di amare. Amare è possibile” di Anffas Onlus Ragusa, i percorsi interattivi di Anffas Onlus Patti e, ovviamente, l’apertura al pubblico delle centinaia di sedi Anffas del territorio nazionale per mostrare a tutta la cittadinanza quanto possono fare e quanto fanno ogni giorno le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale e le loro famiglie.

Questo è quanto accadrà il 28 marzo 2014 durante la VII Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas Onlus – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o relazionale, che quest’anno, per perseguire il suo obiettivo di informazione e sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e/o relazionale, si declinerà in un vero e proprio Open Day.

Tutti i cittadini che lo vorranno, quindi, potranno partecipare a questa grande festa e conoscere così l’Associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività che vi si svolgono con l’obiettivo di combattere stereotipi, pregiudizi e discriminazioni e promuovere pari opportunità in ogni ambito della società. Vi aspettiamo!

In occasione della Giornata, inoltre, Anffas e UniCredit vi invitano a scoprire perché “per una persona con disabilità una famiglia sola non basta”.

Dal 13 marzo è infatti possibile effettuare donazioni, senza alcuna commissione: - tramite tutti gli sportelli bancomat UniCredit - online al link www.ilmiodono.it/org/anffas - presso tutte le agenzie UniCredit con il seguente Iban IT 44L 02008 03284 000102973743

Articolo sponsorizzato

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Società
scrivi un commento
6 ottobre 2013 7 06 /10 /ottobre /2013 19:11

http://farm4.staticflickr.com/3718/10141086925_08729c7c68_m.jpgTorna al cinema in questi giorni (7, 8 e 9 ottobre) uno dei cult di John Landis del 1978, Anial House. Per l'occasione, la QMI,società di entrainment marketing, ha pensato anche ad alcune iniziative che possano aiutare a entrare nel giusto mood. Sul sito dedicato al film www.animalhousealcinema.it, oltre a poter verificare l’elenco delle sale che proietteranno il film, è possibile crearsi la propria laurea nelle materie più disparate, sulla base delle proprie caratteristiche. Sei l'alcolizzato del gruppo? Ecco pronta la tua laurea in sbronzologia. Sei il latin lover e nessuna ragazza può resisterti? Puoi crearti quella in machologia. Sei un malato di Game of Thrones? Puoi stampare l’agoniato diploma in GameofThoneslogia! E così via…La laurea è anche condivisibile su Facebook, così da rendere partecipi i propri amici dell’effettiva rispettabilità delle proprie passioni.

È stato, inoltre, lanciato un concorso. Tutti abbiamo delle foto assurde che testimoniano le nostre notti brave…è finalmente giunto il momento di evitare di nasconderle (tanto gli “amici” hanno sempre più copie pronte per ogni evenienza) e di sfruttarle a proprio vantaggio. Basta caricarle sul sito www.animalhousealcinema.it e invitare proprio quegli amici, che ancora ridono per come ci si è ridotti, a votarle. Quelle che riceveranno più apprezzamenti parteciperanno all’estrazione di carnet da 7 ingressi al cinema.

Proprio perché “quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”, abbiamo proposto un’iniziativa anche per il primo giorno di programmazione. Tutti coloro che dimostreranno di essere impazienti per prendere parte alla visione del film che ha lanciato la moda dei Toga Party verranno premiati. I primi due che si presenteranno alla proiezione allo spettacolo delle 20 (o comunque il primo serale) del 7 ottobre con addosso la toga, entreranno gratuitamente al cinema. L’iniziativa sarà promossa attraverso la nostra pagina Facebook: iovadoalcinema.it

 

 

Dal comunicato stampa di QMI

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Società
scrivi un commento
4 giugno 2013 2 04 /06 /giugno /2013 16:52

http://farm6.staticflickr.com/5452/8950617780_09a398d8a5_o.jpgSi svolgerà domenica 23 giugno la tradizionale festa annuale organizzata dall’IpR, l’Istituto pedagogico della Resistenza di Milano. Un’altra occasione per questo istituto senza fini di lucro di aprire le porte alla cittadinanza e far conoscere l’attività svolta.

L’IpR, a partire dal 1975 (anno della sua fondazione), si occupa di salvaguardare la documentazione e di promuovere la diffusione dei valori espressi dalla Resistenza, in particolare dall’esperienza didattica e pedagogica maturata nei Convitti Scuola della Rinascita.

Fra i compiti che si prefigge l’istituto, anche la formazione degli insegnanti della scuola pubblica, la pubblicazione di documenti e di testimonianze, e l’organizzazione di convegni, corsi, mostre e seminari.

Particolare valore assume la biblioteca, dove i preziosi documenti storici (cartacei e digitali) sono messi a disposizione di ricercatori e studiosi e di quanti abbiano a cuore l’approfondimento delle tematiche dell’antifascismo, della Resistenza e del movimento operaio e popolare.

Per l’appuntamento del 23 giugno, presso la sede di via Anemoni 6 (M1 Primaticcio), la festa inizierà alle ore 15,00 (ingresso gratuito compreso buffet e beveraggio). Tema della giornata, che si protrarrà per tutto il pomeriggio e parte della serata, sarà “la cittadinanza”.

Tante le iniziative che animeranno il pomeriggio milanese, che spazieranno nei campi della pittura, del canto e della musica.

Nella sala "25 aprile" si potranno ammirare parte delle tele esposte dai Pittori de “La Tavolozza”: insieme ai partecipanti, gli artisti completeranno nel pomeriggio l’opera “Ius soli”. Mentre il Comitato di gestione IpR, che collabora all’iniziativa, curerà l’esposizione della mostra a pannelli sul tema della “Cittadinanza”.

A dare il benvenuto agli ospiti sarà il Coro Orlando di Lasso, che si esibirà alle 15,30, prima del momento dedicato alla riconoscenza, con interventi e doni.

A metà pomeriggio (17,15 circa) il momento “clou” della giornata, con l’esibizione de Los Giambellindios (pagina Facebook qui), storico gruppo milanese di musica andina, attivo da più di trent’anni e di indubbia professionalità. La formazione ha scelto da qualche tempo di dedicare il proprio nome al famoso quartiere popolare e multietnico milanese, dove alcuni componenti hanno vissuto (e nelle cui vicinanze alcuni tuttora vivono) e dove tanti anni fa si conobbero e insieme iniziarono il loro percorso musicale.

http://farm8.staticflickr.com/7386/8949704048_b2bcfdcd8a.jpg

Terminerà il programma (alle ore 18,15 circa) il gruppo Chitarristi senza Vergogna.

Per maggiori informazioni: Istituto pedagogico della Resistenza, via Anemoni 6, 20147 Milano, tel. 02.410.920; www.resisteza.org; ipr@resistenza.org.

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Società
scrivi un commento
19 febbraio 2013 2 19 /02 /febbraio /2013 17:12

http://farm8.staticflickr.com/7041/6785625304_1d1f55faf8_m.jpgCari lettori, sono venuta a conoscenza che circa 300 giovani provenienti dall'area Sub-sahariana  sono a rischio di deportazione in Libia.

Il 5 febbraio 2013, alle ore 8.00 del mattino,  ci sono stati dei rastrellamenti della polizia libica nel quartiere Abu Selim (Tripoli). Sono stati arrestati 130 giovani e lo stesso giorno, precisamente alle 17.41 sono stati trasferiti a Sebha, nel Sud della Libia. Nelle tesse condizioni si trovano altri giovani a Sabha. In tutto oltre 300.

La loro colpa? Il semplice fatto di essere africani sub-sahariani. La loro sentenza è già stata emessa: rimpatrio forzato nei paesi d'origine oppure deportazione nel deserto del Sahara, a meno che l'Unhcr e/o la Croce rossa internazionale non si facciano carico di loro.

Una delegazione della Croce rossa internazionale si è recata sul posto tre giorni fa e ha accertato che le loro condizioni generali sono buone. Non ha predisposto altro.

Ora, amici carissimi, vi prego di inviare la seguente mail all'Unhcr e alla Croce rossa internazionale. 

 

Dear Sir or Madam,
It has come to my attention that a group of around 300 Sub Saharan Africans are at risk of forcible deportation to their countries, or forcible deportation in the middle of the Saharan desert. They are now at Sabha police station.I kindly urge you to intervene immediately and protect these refugees as per your mandate.
Best wishes

 

La mail dovrebbe essere inviata ai seguenti indirizzi:

lbytr@unhcr.org

mi_banuni@yahoo.com

Coloro che parlano l'inglese posssono anche telefonare ai seguenti numeri: UNHCR 00218919897936; Red Cross 00218927476929

 

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Società
scrivi un commento
8 dicembre 2012 6 08 /12 /dicembre /2012 16:29

http://farm8.staticflickr.com/7041/6785625304_1d1f55faf8_m.jpgIl 10 dicembre 1948, a Parigi, è stata firmata la Dichiarazione dei diritti umani.

Vorrei ricordare oggi che questi diritti fondamentali vengono calpestati quotidianamente nel mondo intero. In particolare mi riferisco al Sinai, dove circa mille persone sono in mano ai trafficanti di esseri umani che chiedono un riscatto molto alto per la loro liberazione. Se i familiari non sono in grado di pagare, vengono uccisi barbaramente oppure sottoposti all'espianto degli organi, che vengono poi immessi nel mercato nero.

Dunque, il 10 dicembre, accendiamo una candela e lasciamola ardere sui nostri davanzali per tutta la notte. Facciamolo per loro, per tutti i diritti umani negati. Coinvolgete i vostri vicini, parlatene con loro. Il mondo deve sapere...

Grazie!!!!!

Pagina evento su Fb:
https://www.facebook.com/events/392756600802655/392772067467775/?comment_id=392780600800255&ref=notif&notif_t=event_mall_reply

Cornelia Isabelle Toelgyes
fondatrice del gruppo Facebook Per la liberazione dei prigionieri del Sinai

Condividi post

Repost 0
Published by Monica Cadoria - in Società
scrivi un commento

Video

Wind